Intervento notturno di soccorso sull'Etna

I tecnici della Stazione di Linguaglossa (CT) del Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico sono intervenuti stanotte per la ricerca di tre escursionisti cagliaritani di 23,26 e 33 anni.

I tre, nonostante gli avvisi di avverse condizioni, si erano accampati con la tenda sull'Etna a circa 2.800 metri di quota sul versante Nord, nella zona dell'Osservatorio. Uno dei tre, sceso a piedi verso valle nel pomeriggio per cercare acqua potabile, non aveva più dato notizie di sè. Solo intorno alle 22 gli amici hanno chiamato i soccorsi. 

Le operazioni di ricerca da parte degli uomini del Cnsas e del distaccamento di Soccorso montano del Corpo Forestale sono state impegnative per le condizioni estreme (nevicata in corso, nebbia, vento e temperature in forte calo)e si sono concluse alle 4 di stamattina con il ritrovamento dell'escursionista ed il recupero degli altri due che erano rimasti in tenda. Tutti erano in buone condizioni di salute. 

Le attività di soccorso sono state gestite dal Capo Stazione di Linguaglossa Guida Alpina Biagio Ragonese e coordinate dal Delegato Alpino Prof. Franz Zipper